Alla Fiera del libro di Francoforte, i 3 scrittori che compongono la totalità della delegazione brasiliana hanno reso pubblico un manifesto contro l’avanzata del fascismo del proprio paese. Si tratta di Bianca Santana, Geovani Martins, J.P. Cuenca.
Auspichiamo che tanti altri scrittori si aggiungano all’appello contro il fascismo che avanza, in Brasile e in altri paesi.
Ecco la traduzione in italiano (qui il testo orginale).

Francoforte, 12 ottobre 2018

Noi, i sottoscritti scrittori brasiliani che rappresentano il Brasile alla Fiera del Libro di Francoforte del 2018, difendiamo valori quali la libertà di espressione e i diritti umani e affermiamo i principi seguenti:

1 – Rigettiamo l’avanzata del fascismo in Brasile e denunciamo l’imminente elezione di un candidato presidenziale razzista, misogino e omofobo, che sostiene la tortura e difende lo sterminio di minoranze e attivisti;

2 – Sottolineiamo il fatto che, nonostante tale candidato sia un fascista, la maggior parte dei suoi elettori non lo è. La loro disillusione nei confronti della politica li sta portando a un voto di protesta, con conseguenze disastrose. C’è ancora tempo per ripensare il vostro voto prima del secondo turno delle elezioni presidenziali brasiliane, e per porre il rispetto verso la libertà e le differenze davanti alla disputa tra partiti politici;

3 – Chiediamo la creazione di un’alleanza antifascista e democratica, che ci liberi dal peggio. La Costituzione brasiliana del 1988 è a rischio, così come la vita di donne, persone LGBT, persone di colore e attivisti che hanno già subito attacchi in tutto il paese.

Bianca Santana, Geovani Martins, J.P. Cuenca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.